Ricetta Pane Arcobaleno di Susi

ricetta di : | |

Share on Google+6Share on Facebook314Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Print this pageEmail this to someone

Pane arcobaleno di Susi

Una prima doverosa precisazione: non mi piace il pane (questa è la prima volta che ne preparo uno)!!! Lo so, è un sacrilegio… ma è più forte di me! Una seconda precisazione: detesto il Carnevale (buuuuuu!!!! fischi!!! offese…) mi ha sempre dato l’idea della festa finta… dell’allegria forzata. Anche da piccola, ero l’unica bambina che per Carnevale si mascherava da malata: nel senso che fingevo di stare male quando mamma mi voleva portare a vedere i carri! Comunque… complice qualche giorno di influenza e taaaante ora passate alla tv da perfetta nullafacente ho avuto il tempo di studiare e affinare questa ricetta di Sara Papa trovata per caso facendo zapping! La ricetta potete trovarla anche nel libro “Tutta la bontà del pane“. E’ un pane molto aromatico e versatile, infatti sta bene sia con i salumi che con il pesce e poi è bellissimo da vedere. Modalità Carnevale: ON!

Ingredienti per 10 persone:
per l’impasto base bianco:
– 150 gr. di farina 0
– 75 gr. di acqua
– 6 gr. di lievito di birra
– 2 gr. di sale
per l’impasto rosso:
– 120 gr. di farina 0
– 75 gr. di concentrato di pomodoro
– 30 gr. di paprica dolce
– 6 gr. di lievito di birra
– 2 gr. di sale
per l’impasto verde:
– 150 gr. di farina 0
– 200 gr. di spinaci crudi
– 100 gr. di acqua (frullate finemente gli spinaci con l’acqua e prelevate solamente 75 gr. del composto ottenuto)
– 6 gr. di lievito di birra
– 2 gr. di sale
per l’impasto giallo:
– 130 gr. di farina 0
– 2 bustine di zafferano
– 75 gr. di acqua
– 6 gr. di lievito di birra
– 2 gr. di sale
per l’impasto nero:
– 150 gr. di farina 1
– 4 gr. di nero di seppia
– 75 gr. di acqua
– 6 gr. di lievito di birra
– 2 gr. di sale

Descrizione della preparazione:

Per realizzare questo pane vanno preparati 5 impasti di 5 colori diversi. Preparate gli impasti lavorando gli ingredienti indicati: per ciascuno formate una fontana con la farina, unite il lievito sciolto nell’acqua e poi gli altri ingredienti. Per gli impasti rosso e giallo mescolate prima di tutto alla farina la paprica e lo zafferano, poi proseguite con la lavorazione. Per l’impasto verde frullate finemente gli spinaci con l’acqua e prelevate solamente 75 gr. del composto ottenuto, per poi incorporarlo all’impasto. Una volta preparati i 5 impasti, lasciateli lievitare coperti con un canovaccio umido per circa 1 ora, quindi stendeteli allo spessore di 1 centimetro e sovrapponete i diversi strati, dopo averli spennellati con acqua. Tagliate delle strisce di pasta e, con una leggera torsione, formate dei filoni, avvolgete ogni filone nella carta da forno (così in cottura manterranno il colore) e fateli lievitare per altri 15-20 minuti. Cuocete in forno già caldo a 180 °C per 20-30 minuti, il tempo dipende dalla dimensione dei filoni.

Tempo indicativo di preparazione: 30 minuti + lievitazione
Tempo indicativo per la cottura: 30 minuti
Tempo totale della ricetta: 2 ore e 30 minuti

Pane Arcobaleno di Susi

[Voti: 9    Media Voto: 4.7/5]

Info per Ricetta Pane Arcobaleno di Susi

Tempo totale: minuti
Dosi per 10 persone
Inserita nelle categorie
Tag: carnevale, colorato, concentrato di pomodoro, nero di seppia, pane, pane colorato, paprica, ricette con spinaci, spinaci, zafferano

Cerca Ricette

Non hai trovato la ricetta che cercavi? Scrivi gli ingredienti qui sotto:

Comments (7)

  1. posted by Manlio Midori on 31 gennaio 2012

    Ma che bel post! Complimenti Susi! Le prime 5 stelline alla tua ricetta sono le mie! ^_^ E non solo per la ricetta (io adoro il pane…per il Carnevale sono ancora indecisa) ma per il tuo racconto e il tuo spirito di condivisione!!!

  2. posted by susi on 31 gennaio 2012

    … la concisione non è mai stata il mio forte! Non sono mai stata di poche parole. Grazie Midori!

  3. posted by Claudio on 31 gennaio 2012

    Aggiungo le mie 5 stelle per l’originalità e soprattutto perchè mi trovi d’accordissimo sul carnevale.

  4. posted by Paola on 31 luglio 2012

    Ma che bello. Questa e’ la ricetta della mia amica Sara Papa!!! Splendido!!!

  5. posted by sara papa on 31 luglio 2012

    Più che ricetta di Susi E’ La Mia ricetta, oramai conosciuta da tutti quelli che amano la panificazione. Scrivo i libri perchè ognuno di voi possa realizzare quello che faccio ma, fotografarla in un blog e dichiararla propria mi sembra un po eccessivo.
    Sara Papa

  6. posted by Dany - Ideericette on 31 luglio 2012

    .. Ciao Sara, ti ho già scritto sulla pagina di FB e con mail privata su FB… ripeto quanto già detto… capisco quello che vuoi dire e sono pienamente d’accordo con te… nel titolo il nome di indica il nome di chi l’ha realizzata… e in questo caso l’ha realizzata Susi… le foto sono sue e non sono state sottratte da un tuo sito o pagina per cui tu possa pensare alla malafede della realizzatrice… non so se Susi non ti ha citato perchè non sapeva che fosse tua… magari ha preso la ricetta da un altro sito dove, a sua volta, tu non eri citata… ovvio che nessuno nega che la ricetta sia la tua… quindi, come ho già ribadito anche altrove e su più fronti, mi scuso per l’accaduto… abbi un po’ di pazienza e appena avrò parlato con Susi (cui ho già scritto) vedremo di aggiungere l’informazione nella ricetta. Visto che però ti ho risposto su FB quasi subito e ti ho anche scritto mail privata, al di là di lasciare i commenti (che come vedi approvo subito e a cui rispondo) su tutti i fronti possibili (sito ed FB), gradirei, al di là della ovvia e ragionevole arrabbiatura che puoi provare, poter avere uno scambio con te in modo da definire come linkarti nella ricetta… i messaggi lasciati senza seguito, visto che ci sono e rispondo, sono piuttosto inutili visto che non servono a risolvere l’accaduto.

  7. posted by Susi on 31 luglio 2012

    Nessuno intendeva portarle via la SUA ricetta… come la stragrande maggioranza di chi si diletta in cucina io trovo ricette OVUNQUE e spesso queste non riportano fonti o citazioni… per me la ricetta di questo pane poteva essere di CHIUNQUE. Fermo restando che questa è la mia realizzazione e queste sono le mie foto… Mi sono già scusata se qualcuno può essersi sentito offeso, non era mia intenzione ma lasciare mille commenti senza prima aver sentito l’altra campana… beh questo mi sembra un po’eccessivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *