Ricetta Trancio di salmone al pepe verde di Claudio Rega

ricetta di : | |

Share on Google+9Share on Facebook22Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Print this pageEmail this to someone

Trancio di salmone al pepe verde di Claudio Rega

Una ricetta diversa dal solito per cucinare il trancio di salmone al forno o al vapore.

Ingredienti per 4 persone:
– 10 gr. di burro
– 1 cucchiaio di cognac
– 1 scalogno
– panna da cucina
– pepe verde
– olio
– pepe
– salvia
– rosmarino

Descrizione della preparazione:
Legare i tranci di salmone con dello spago da cucina formando un medaglione. In una padella fate rosolare lo scalogno nella noce di burro e poi toglierlo. Aggiungere il cognac tenendo la padella lontana dal fuoco quindi far evaporare; aggiungere la panna, circa la metà del pepe verde e due cucchiai di acqua calda. Schiacciate il pepe verde e far cuocere per pochissimi minuti, aggiungete il resto del pepe verde e spegnete. In una padella antiaderente scaldate un filo di olio con la salvia e il rosmarino, cuocere il salmone da ambo le parti per pochi minuti, ora a fuoco bassissimo versare la salsa e mantecare. Non rimane altro che impiattare e servire caldo.

Tempo indicativo di preparazione: 5 minuti
Tempo indicativo per la cottura: 15 minuti
Tempo totale della ricetta: 20 minuti

[Voti: 10    Media Voto: 4.4/5]

Info per Ricetta Trancio di salmone al pepe verde di Claudio Rega

Tempo totale: minuti
Dosi per 4 persone
Inserita nelle categorie
Tag: cognac, panna, pepe verde, pesce, ricetta, salmone, trancio

Cerca Ricette

Non hai trovato la ricetta che cercavi? Scrivi gli ingredienti qui sotto:

Comments (4)

  1. posted by Carmen on 21 ottobre 2012

    Sencillamente delicioso, me encanta esta receta, me la llevo para España, gracias por compartirla!. Un saludo desde El Puerto!

  2. posted by Claudio Rega on 21 ottobre 2012

    Grazie Carmen e buon appetito.

  3. posted by Chiara on 21 ottobre 2012

    Non proprio light ma sicuramente delizioso!

  4. posted by Claudio Rega on 22 ottobre 2012

    Si infatti è un peccato di gola… ma ogni tanto serve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *