Spaghetti allo scoglio

ricetta di : | |

Share on Google+1Share on Facebook2.5kTweet about this on TwitterPin on Pinterest1Print this pageEmail this to someone

Spaghetti allo scoglio 2 di Franco Graziano

Quando si parla di spaghetti allo scoglio… l’immaginario collettivo corre al mare, magari al porto, dove si può acquistare del pesce freschissimo, ingrediente indispensabile per ottenere un primo piatto gustoso e prelibato, segno del suo nome. Nel mio caso, abitando in Sardegna, sia che vada a pescare il pesce, sia che vada a comprarlo, trovo del pesce freschissimo con cui dilettarmi in cucina con piatti che hanno il profumo e il sapore del mare!

Ingredienti per 4 persone:

– 400 gr. di spaghetti
– 300 gr. di vongole
– 300 gr. di cozze
– 16 gamberi
– 200 gr. di moscardini
– 200 gr. di seppioline
– 2 spicchi d’aglio
– prezzemolo
– 2/3 pomodorini ciliegini
– vino bianco
– pepe o peperoncino secondo gradimento
– olio extravergine d’oliva

Preparazione:

Per prima cosa pulire tutto il pesce. Mettere le vongole a spurgare per circa 2 ore in acqua fredda leggermente salata; smuoverle ogni tanto per far depositare la sabbia sul fondo, cambiando l’acqua e sciacquando il recipiente almeno 2/3 volte. Pulire le valve esterne delle cozze con una paglietta, quindi sciacquarle sotto acqua corrente. Tirare ed eliminare il bisso e sciacquarle di nuovo. Pulire i gamberi: potete tagliare il guscio sul dorso con le forbici ed eliminare il filo nero con uno stuzzicadenti oppure sgusciarli totalmente ed eliminare ugualmente il filo con uno stuzzicadenti. Pulire seppioline e moscardini eliminando le viscere all’interno della sacca, asportare il becco e tagliare le seppie ad anelli e i moscardini a pezzetti. Mettere moscardini e seppioline in padella con un trito di aglio e prezzemolo ed olio extravergine d’oliva. Aggiungere anche un paio di pomodorini ciliegini e far cuocere finché si sarà consumata la loro stessa acqua. Unire il vino e far evaporare la parte alcolica a fiamma vivace. Spegnere la fiamma e unire i gamberi regolando di sale se necessario. Nel frattempo far aprire a parte cozze e vongole in una padella capiente a fiamma alta e con coperchio, filtrare il liquido di cottura (per eliminare eventuali residui di sabbia) e togliere parte dei molluschi dalle valve. Versare i molluschi con il loro liquido di cottura in padella con seppioline, moscardini e gamberi. Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolarli molto al dente e portarli a cottura in padella con il pesce aggiungendo acqua di cottura della pasta quanto basta. Terminare aggiungendo olio extravergine d’oliva a crudo. Impiattare e servire aggiungendo prezzemolo tritato e pepe o peperoncino secondo gradimento. Se volete una decorazione carina, potete prendere un limone e tagliarlo a forma di cestino. Inoltre potete prendere un pomodoro intero, tagliarlo a spicchi e servire la pasta al centro del pomodoro infilando parte degli spaghetti nel cestino. Potete aggiungere qualche foglia di rucola a guarnire il piatto.

Tempo di preparazione: 2 ore
Tempo di cottura: 30 minuti
Tempo totale: 2 h e 1/2

Spaghetti allo scoglio di Franco Graziano

Spaghetti allo scoglio - Franco Graziano

[Voti: 14    Media Voto: 4/5]

Info per Spaghetti allo scoglio

Tempo totale: minuti
Dosi per 4 persone
Inserita nelle categorie
Tag: cozze, gamberi, moscardini, pesce fresco, seppie, spaghetti allo scoglio, vongole

Cerca Ricette

Non hai trovato la ricetta che cercavi? Scrivi gli ingredienti qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *