Ricetta strozzapreti pachino pesto di pistacchi e spuma di ricotta di Claudio Rega

Strozzapreti con pachino pesto di pistacchi e spuma di ricotta di Claudio Rega
Strozzapreti con pachino pesto di pistacchi e spuma di ricotta di Claudio Rega

Questi strozzapreti al sugo di pachino formano un primo piatto dallo strabiliante sapore estivo, la cui esecuzione, nonostante sia piuttosto facile e veloce da eseguire, vi regalerà una pietanza molto gustosa e di sicuro impatto.

Ingredienti per 4 persone:
– 500 gr. di strozzapreti freschi
– una vaschetta di pomodorini pachino
– 300 gr. di ricotta vaccina
– un mazzetto di basilico
– pistacchi
– parmigiano
– olio
– sale
– pepe
– noce moscata

Descrizione della preparazione:
Preparare il pesto con il basilico e i pistacchi: frullare tutto aggiungendo olio a filo e poi il parmigiano secondo gradimento. Preparare il sughetto di pachino: in una padella con olio, aglio e basilico far rosolare l’aglio quindi eliminarlo ed aggiungere i pomodorini pachino interi. Cuocere fino a che i pomodorini pachino si spellano da soli. Toglierne una dozzina interi per la decorazione, frullateli i rimanenti e passateli in un colino per eliminate le bucce. Preparare le spuma di ricotta con il sifone oppure utilizzando una frusta, aggiungendo sale, noce moscata e pepe. Cuocete la pasta in abbondante acqua, quando è cotta scolatela e mantecatela con il sugo di pachino. Impiattare decorando con ciuffi di pesto e ricotta, abbondante parmigiano e del basilico fresco. Buon appetito!

Tempo indicativo di preparazione: 20 minuti
Tempo totale della ricetta: 30 minuti

0/5 (0 Recensioni)

Se ti piace la ricetta condividi

3 commenti su “Ricetta strozzapreti pachino pesto di pistacchi e spuma di ricotta di Claudio Rega”

  1. Sono sempre accettati i complimenti. Guarda è molto semplice e il pesto se te ne viene troppo lo puoi congelare per un altra ricetta. Se non hai il sifone, lavori la ricotta con una frusta.
    Ciao e grazie. Buon weekend

  2. A proposito di complimenti… ho visitato il tuo sito ed è veramente fatto in maniera elegante sia per l’impostazione sia per le foto eccezionali. Complimenti davvero, ora lo studierò meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su